Nel periodo gennaio-dicembre 2020 le “entrate totali relative ai giochi (che includono varie imposte classificate come entrate erariali sia dirette che indirette) sono risultate pari a 10.510 milioni di euro (-5.095 milioni di euro, pari a –32,6%) e hanno naturalmente risentito della sospensione dei giochi a partire dalla fine dei concorsi del 21 marzo 2020; considerando solo le imposte indirette, il gettito delle attività da gioco (lotto, lotterie e delle altre attività di gioco) è di 9.928 milioni di euro (-5.032 milioni di euro, pari a –33,6%)”. Lo comunica il Mef nel bollettino delle entrate tributarie.

Nel mese di gennaio 2021 invece “le entrate totali relative ai giochi (che includono varie imposte classificate come entrate erariali sia dirette che indirette) sono risultate pari a 883 milioni di euro (-395 milioni di euro, pari a –30,9%); considerando solo le imposte indirette, il gettito delle attività da gioco (lotto, lotterie e delle altre attività di gioco) è di 836 milioni di euro (-399 milioni di euro, pari a –32,3%)”.