Print Friendly

(Jamma) Vietare le ticket redemption ai minori. Questo è l’intento del progetto di legge presentato da Giorgio Pruccoli, consigliere del Partito democratico. Un pdl, composto da tre articoli, che va a modificare la legge regionale del luglio 2013 inserendo nella norma per la lotta alla ludopatia un preciso articolo con cui le particolari “slot” vengono vietate ai minori.

“È vietato ai minori l’utilizzo di apparecchi e congegni meccanici ed elettromeccanici- si legge nel comma uno del primo articolo- attivabili con moneta, con gettone ovvero con altri strumenti elettronici di pagamento che distribuiscono tagliandi direttamente e immediatamente dopo la conclusione della partita (ticket redemption)”. Un atto di giunta, spiega nel pdl Pruccoli, regolamenterà le modalità attuative.

Il progetto di legge di fatto andrebbe a modificare la regolamentazione in materia di gioco d’azzardo. L’intervento è finalizzato a “chiarire che l’ intenzione del legislatore è rivolta a vietare ai minori esclusivamente l’utilizzo di apparecchi della tipologia ticket redemption.

 

Cosa sono le slot ticket redemption e come funzionano. Sono giochi che, indipendentemente dall’esito della partita, restituiscono dei punti sotto forma di ticket. Un ragazzo inserisce il proprio denaro, gioca e, a prescindere dal risultato o dalla sua bravura, ottiene un ticket con sopra il rispettivo punteggio. Questi biglietti possono essere accumulati e, raggiunto un determinato numero, possono essere usati per acquistare i premi presenti all’interno della sala giochi, dove stanno sostituendo gradualmente i vecchi videogiochi.
Commenta su Facebook