“L’industra del gioco legale svolge un ruolo fondamentale in termini di contrasto al mercato irregolare: il gioco illegale esiste, ma l’industra rappresenta la soluzione e non certo il problema. Sicuramente va fatto di più in termini di tutela del giocatore”.

Francesco Durante (nella foto), Chief Executive Officer di Sisal, è intervenuto oggi in un dibattito sul futuro del gaming nell’ambito dell’SBC Digital Italy trattando tra gli altri il tema della sostenibilità.

“Il punto di partenza è già valido, il modello italiano è un esempio a livello internazionale. E’ necessario però passare oltre, impegnarsi a tutelare il consumatore, rafforzando investimenti in tecnologia, in formazione e informazione. Un aspetto importante è che la tutela del consumatore dovrebbe essere fatta lavorando insieme, tra le aziende, intervenendo suun modello di business sostenibile. Tutto questo verso un obiettivo: zero giocatori problematici in Italia”.

E ancora: “Il mercato italiano è un punto di riferimento a livello internazionale sulla tecnologia della sicurezza. Stiamo cercando di valorizzare l’esperienza italiana e capitalizzare l’esperienza internazionale per migliorare la nostra esperienza in Italia. Questo con riferimento alla nostra partecipazione alla gara per la Nationa Lottery. In UK si valuta in maniera molto positiva il contributo della National Lottery alla società, questo in Italia invece non avviene. Credo ci sia una grandissima opportunità per cambiare la percezione dell’industria del sistema del gioco legale italiano”.