Print Friendly, PDF & Email

Prosegue in Aula della Camera la discussione sul decreto Dignità con l’esame degli emendamenti. Nel primo pomeriggio il rappresenante di FI e PD hanno espresso il loro parere sugli emendamenti. Entrambi hanno dichiarato di essere favorevoli alle proposte di modifica che porterebbero alla esclusione dei casinò italiani dal divieto di fare pubblicità.

La stessa intenzione di voto rispetto a tre emendamenti, di identica formulazione, con i quali verrebbe emendato il comma 1 dell’articolo sul divieto di gioco d’azzardo esludendoi giochi con vincita in denaro appartenenti alle categorie merceologiche dei giochi numerici a quota fissa e a totalizzatore nazionale. Esclusione anche per le sponsorizzazioni che prevedono il semplice uso del logo del prodotto e di marchi registrati, nonché le comunicazioni istituzionali dei concessionari. Quindi le limitazioni ai messaggi che abbiano un fine esclusivamente di utilità sociale, quali le campagne finalizzate alla prevenzione del gioco minorile, alla prevenzione del gioco problematico, all’educazione ad un approccio responsabile al gioco, nonché di sostegno ad iniziative relative all’arte, sport e cultura.

Commenta su Facebook