La Direzione Investigativa Antimafia ha eseguito un Decreto di confisca del valore di circa 300mila euro nei confronti di un imprenditore del settore giochi e scommesse operante nel territorio di Castelvetrano (TP).

Secondo l’accusa degli inquirenti, le agenzie di scommesse servivano a finanziare la famiglia di un latitante trapanese. Le indagini patrimoniali nascono dal blitz “Anno Zero” del 2018. (immagine di repertorio)