Print Friendly, PDF & Email

“Un provvedimento che dice basta alla pubblicità del gioco d’azzardo – in futuro ci sarà una stretta sulle slot -, basta alle delocalizzazioni, sì alla sburocratizzazione, stop al redditometro, operando una stretta sui contratti a tempo determinato pensata per contrastare quegli abusi che rendono un calvario la vita lavorativa di giovani e meno giovani”.

E’ quanto ha dichiarato parlando del decreto dignità il Ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, intervistato alla serata finale di Liguria d’autore, a Montemarcello (SP).

“La relazione tecnica dice che col Decreto si perderanno 8mila posti lavoro? Non è vero, troveremo la manina che ha fatto questo scherzo, avviando una polemica che fa comodo alle lobby pro azzardo e pro delocalizzazioni” ha aggiunto.

Commenta su Facebook