Non solo le partite e calcio, l’obiettivo di Dazn – la piattaforma streaming che si è aggiudicata anche i diritti di tutta la serie A – è quello di allargare il proprio business.

Lo ha spiegato l’ad James Rushton, in una intervista alla BBC: la piattaforma si espanderà per introdurre “cose ​​come gambling, scommesse e ecommerce. Diventerà “una piattaforma di destinazione sportiva” nei prossimi 12 mesi e che la redditività per l’azienda in perdita arriverà “nel prossimo futuro”.

L’obiettivo resta quello di aumentare il numero di abbonati: secondo la BBC, circa 15 milioni di persone in tutto il mondo si sono ora abbonate al servizio, che ha aumentato l’offerta per gli appassionati di sport in tutto il mondo, dall’Italia (dove trasmetterà tutta la Serie A) alla Germania (con Bundesliga e Champions) fino al Giappone.

Rushton ha poi aggiunto

Siamo più efficienti e più efficaci di un’emittente televisiva tradizionale. Possiamo mantenere la qualità del nostro prodotto e della nostra trasmissione, ma farlo su Internet”