“Lo scenario del gioco pubblico con vincita in denaro è destinato a evolversi ulteriormente nel corso dei prossimi decenni spinto dalla tecnologia, dal cambiamento del comportamento dei consumatori e dall’accelerazione del suo manifestarsi”. Laura D’Angeli (nella foto), esperta in gaming, fondatrice della BU Gamification e membro del gruppo DSG Università di Tor Vergata evidenzia uno degli aspetti sicuramente più interessanti e meritevoli di un attento approfondimento.

“Il marketing socialmente responsabile si pone tra i vari obiettivi quello di fornire una prospettiva di studio al processo di cambiamento in atto, basata sull’analisi delle esigenze del consumatore e sull’applicazione di nuove tecniche per condizionare il comportamento dei giocatori come, ad esempio, il nudging (spintarella gentile).

Nel gioco pubblico con vincita in denaro, il marketing responsabile può aiutare alla definizione di nuove soluzioni per corrispondere nel miglior modo possibile al processo di cambiamento in atto e alle esigenze di tutela del consumatore e di tutti gli stakeholder del sistema del gioco in Italia; per questo motivo può essere considerato come uno strumento utile anche nell’ambito del processo di riordino del settore”, spiega D’Angeli.

“Il marketing socialmente responsabile è una delle materie del corso “Giochi, scommesse e misure per la promozione del gioco responsabile. Il D.G.A. (Disturbo da Gioco d’Azzardo)”, attivato per l’a.a. 2021-2022, presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. Il corso, per il quale sono previsti 6 crediti formativi, sarà svolto in modalità mista (presenza/distanza) e si articolerà in cinque insegnamenti, per un totale di 32 ore (comprensive di test finale).

Questo corso è il primo in Italia ad affrontare in modo multidisciplinare il Disturbo da Gioco d’Azzardo (DGA) (con l’analisi dell’aspetto clinico, giuridico e del marketing responsabile), inserendosi e recependo pienamente quanto rappresentato dalle linee guida del c.d. Decreto Speranza del 19 luglio 2021 in cui viene data massima evidenza alla necessità di effettuare la prevenzione attraverso iniziative di carattere educativo ed informativo.

Il corso si rivolge al personale interessati ad approfondire la conoscenza del gioco pubblico (i.e. concessionari pubblici, i gestori, gli esercenti) e del settore sanitario e delle pubbliche amministrazioni centrali e locali (i.e. ASL, medici di base, Regioni, Comuni)”, conclude.

Per informazioni sul corso:

https://web.uniroma2.it/it/contenuto/giochi__scommesse_e_misure_per_la_promozione_del_gioco_responsabile__d_g_a___disturbo_da_gioco_drazzardo__a_a__2021-2022