La Polizia della Questura di Crotone, insieme ai poliziotti del Reparto prevenzione crimine di Cosenza ed al personale sanitario dell’Asp – Sian di Crotone, ha effettuato controlli in alcune attività commerciali: due circoli privati e un ristorante.

Nei due circoli privati sottoposti ad accertamento gli investigatori, al termine del controllo, hanno sequestrato, in totale, cinque postazioni internet, complete di casse, display lcd, tastiera e mouse.

Gli agenti della polizia di Stato hanno accertato che, in violazione alle leggi, i presidenti dei due circoli privati avevano messo a disposizione di coloro i quali frequentavano i locali quelle apparecchiature che potevano essere utilizzate anche per giocate e scommesse on line.

Apparecchi “non rispondenti alle caratteristiche previste”. I titolari delle due attività, invitati negli uffici della Questura di Crotone, sono stati sottoposti a sanzione amministrativa: il primo per 200 mila euro (corrispondenti a 40 mila euro in misura ridotta), il secondo per un importo edittale pari a 50 mila euro (corrispondenti a 10 mila euro in misura ridotta).

Commenta su Facebook