Print Friendly

(Jamma) – Il Consorzio CRIGA comunica l’esito dell’incontro tenutosi in Roma in data 17 Maggio 2017, nella cui sede sono stati invitati gli Avvocati Simone Ciccotti, Gianfranco Fiorentini, Marco Ripamonti e Carlo Lepore, i quali hanno illustrato le eventuali azioni giudiziali da intraprendere e le relative strategie, all’esito dei prossimi provvedimenti legislativi concernenti il PREU.


“Considerato – si legge nella nota CRIGA – che le recenti disposizioni normative in ordine alla modifica del PREU siano tali da produrre effetti, a questo punto, insostenibili da parte degli operatori del Settore; ritenuto che il provvedimento legislativo, così come preannunciato ed attuato, manifesta profili di illegittimità e vessatorietà e, comunque, nell’auspicio che il Parlamento, in sede di conversione, vorrà tener conto di tutte le censure avanzate, procedendo alle opportune ed indispensabili correzioni; valutato necessario, peraltro, in caso di conferma del Decreto Legge, provvedere ad una pronta e sollecita adozione di incisive e tempestive iniziative giudiziarie a tutela del Settore tutto e dei propri Associati e di tutte le aziende che volessero attivare tale procedura; CRIGA delibera di formalizzare l’incarico al pool composto dai legali di riferimento sopra nominati, affinchè gli stessi impostino le azioni legali necessarie da avviare”.

Commenta su Facebook