La Gambling Commission ha pubblicato dati che mostrano come il periodo Covid-19 ha influenzato il comportamento di gioco in Gran Bretagna. 

I dati riflettono il periodo tra marzo e agosto per il gioco d’azzardo sia online che in presenza, forniti dagli operatori di scommesse autorizzati (LBO) che si trovano in Gran Bretagna e include anche la ricerca sui consumatori. 

Gli ultimi dati mostrano che: 

  • Il mercato online si è leggermente contratto, con il numero di scommesse in calo del 2%, di cui le scommesse sugli eventi reali sono diminuite del 12% e il numero di clienti attivi è diminuito del 7%. Il rendimento lordo del gioco d’azzardo (GGY) è diminuito del 12%. Queste cifre possono essere attribuibili al fermo-calcio della Premier League inglese, alle festività estive e all’allentamento delle restrizioni che consentono opzioni di spesa diverse.
  • Il numero di sessioni di slot online che durano più di un’ora è diminuito del 7% mentre la durata media della sessione è rimasta stabile a 21 minuti.
  • Il numero di interazioni con i clienti intraprese è aumentato dell’11%; il 4% di quelle interazioni segnalate sono stati contatti diretti da parte del personale (in calo dal 5% a luglio).
  • Per le Scommesse high street il GGY è rimasto stabile, mentre le scommesse totali e gli spin sono diminuiti del 2% da luglio.