Nei giorni scorsi, personale delle Volanti e della Divisione Pasi, la Squadra Amministrativa, con personale dei Reparti Prevenzione Crimine di Cosenza e Siderno, ha effettuato dei controlli amministrativi a Crotone.

In un circolo ricreativo sono stati così rinvenuti e sequestrati tre coltelli; due mazze di legno; una spranga; uno sfollagente telescopico e altri strumenti atti ad offendere. Il presidente del circolo è stato deferito per porto di armi od oggetti atti ad offendere.

All’interno dell’attività vi erano, inoltre, tre postazioni internet, di cui una munita di stampante termica, complete di case, monitor, tastiera e mouse, destinate al gioco ma non rispondenti alle caratteristiche di legge. Le postazioni sono state sequestrate e, al presidente, è stata erogata una sanzione da 30mila euro.

Presso un circolo privato, è stato identificato un socio e, al termine dell’ispezione, sono state sequestrate due postazioni pc irregolari e comminata una sanzione pari a 20mila euro; un’altra sanzione amministrativa da 173 euro per l’occupazione abusiva del suolo pubblico; il sequestro penale di un decoder e di un mouse; la segnalazione all’Autorità Giudiziaria per la modifica degli apparati per la decodificazione di trasmissioni audiovisive; la segnalazione all’Agenzia dei Monopoli per la mancata corresponsione della specifica tassa ISI (imposta sull’intrattenimento), dovuta alla presenza di un calcio balilla.

Infine presso un’attività di rivendita di generi di monopolio, è stato identificato un tirocinante, risultato non autorizzato, come assistente nella rivendita di tabacchi, ed è stata riscontrata la violazione alle prescrizioni imposte con il regolamento comunale sul gioco lecito, specificamente quella relativa ai limiti orari di esercizio dei congegni elettronici. Elevata una contestazione amministrativa per un importo complessivo di 1.500 euro.