Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) “Il T.a.r. (Lombardia ndr) ha fatto presente che al Comune spetterebbe una residua possibilità di disciplinare la problematica laddove, nell’ambito delle competenze urbanistiche ed edilizie affidate dalla Regione, fosse intervenuto in materia di allocazione delle sale scommesse, al fine di garantire lo sviluppo dell’ordinata e “salubre” convivenza della comunità di riferimento, in caso di specifiche problematiche emerse sul territorio comunale o su parti di esso”.

Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso presentato dal Comune di Milano per l’annullamento della pronuncia del Tar con la quale ha accolto il ricorso proposto da una società volto ad ottenere l’annullamento della diffida all’apertura di una sla scommesse.

Nella pronucia il CDS ribadisce la differenza tra slot e Vlt e quindi tra la Scia , nel primo caso, e  l’autorizzazione di polizia nell’altro.

Leggi la pronuncia a questo Link

Commenta su Facebook