Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) L’eurodeputato Nikolaos Chountis (GUE / NGL – Gruppo confederale della Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica) ha presentato in Commissione Europea un’interrogazione con richiesta di risposta scritta riguardante le nuove disposizioni in materia di gestione delle videolotteries da parte della concessionaria Opap. “E’ stata approvata il 21 novembre 2017 (4499/2017) una norma riguardante le macchine da gioco VLT, che hanno concesso il monopolio all’OPAP, senza gara pubblica. La legge stabilisce: – l’estensione della validità della licenza OPAP da 10 a 18 anni, senza corrispettivo finanziario, – una diminuzione del numero di VLT, che sono oggetto di concessione, da 35.000 a 25.000, – l’abolizione dell’obbligo dell’OPAP di condurre una gara d’appalto per concedere a 4-10 concessionari il diritto di installare/sfruttare la maggioranza delle VLT (18.500), tutte (25.000) passano esclusivamente all’OPAP moltiplicando così il valore del contratto di concessione e rafforzando il monopolio, – un aumento, da 25 a 50 per negozio, del numero di VLT che possono essere installate nelle sale giochi, – un aumento, da 3 a 15, del numero di VLT la cui installazione, nelle agenzie OPAP “classiche”, richiede un certificato di agenzia di tipo ΣΤ”. L’europarlamentare ha quindi chiesto alla Commissione: “In considerazione del fatto che questo è un altro vantaggio a favore dell’OPAP, che è stato, in ogni caso, dovuto allo stato delle sue finanze, incapace di sbloccare tutte le 35.000 VLT, può la Commissione dire: – Se ha esaminato le disposizioni summenzionate e la loro conformità al diritto comunitario, in particolare con le disposizioni del TFUE in materia di concorrenza/aiuti di Stato? Prevede di verificare, in generale, la conformità della concessione all’OPAP del monopolio sulle VLT?”.

Commenta su Facebook