Codere presenta per la prima volta il suo rapporto integrato, seguendo i principi del quadro concettuale per la preparazione delle relazioni integrate dell’IIRC1 (Consiglio internazionale integrato di rendicontazione), nonché la guida per la preparazione delle relazioni sulla sostenibilità dell’Iniziativa di segnalazione globale (Standard GRI) e le linee guida sulla presentazione delle relazioni non finanziarie della Commissione Europea (2017 / C 215/01) derivate dalla Direttiva 2014 / 95.

Questo rapporto include lo Stato delle informazioni non finanziarie, in linea con i requisiti stabiliti in Legge 11/2018, del 28 dicembre, che modifica il Codice di commercio, il testo consolidato del Capital Companies Act approvato dal Regio Decreto Legislativo 1/2010, del 2 luglio, e la legge 22 / 2015, del 20 luglio, dell’Audit of Accounts, nel campo dell’informazione e della diversità non finanziarie, l’obiettivo della relazione è quello di trasferire ai principali gruppi di interesse di Codere, in modo semplice, coerente e trasparente, la realtà e la strategia dell’azienda; mostrare i progressi compiuti nell’anno in materia economica, sociale e ambientale, nonché il suo impegno nei confronti della società e dell’ambiente, nonché il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) delle Nazioni Unite, in modo che capire la capacità dell’organizzazione di generare valore per tutti i suoi stakeholder.

“Il 2018 è stato per Codere un anno intenso e di transizione, che l’azienda ha affrontato attraverso un piano di trasformazione, completo e ambizioso, attorno al modello di business, all’organizzazione e ai processi che continuiamo ad innovare per migliorare l’esperienza multicanale dei clienti e il nostro rapporto con loro”. Lo ha detto il presidente del Gruppo Codere, Norman Sorensen Valdez. “La nostra attuale struttura funzionale è semplificata e regionalizzata, grazie alle procedure di sviluppo delle aree chiave e al miglioramento dell’efficienza del centro aziendale. Codere è quindi un’organizzazione più dinamica ed efficiente in linea con gli obiettivi dei suoi azionisti. Siamo una società focalizzata sul cliente e le sue esigenze e impegnata a massimizzare il valore attraverso una crescita proficua e responsabile. Il nostro obiettivo è guidare il settore sia digitalmente che faccia a faccia, con un’offerta omnichannel che offre agli utenti la stessa esperienza in entrambi i canali. Vogliamo che i nostri clienti godano della nostra offerta quando e dove vogliono. Per questo, durante questo periodo, da Codere abbiamo approvato e implementato un piano aziendale quadriennale, che è stato influenzato dalle condizioni macroeconomiche e la forte domanda del mercato, che pone costanti sfide normative, consente, insieme alle misure di efficienza implementate, di mantenere la crescita dei nostri risultati e di soddisfare gli impegni acquisiti.
Uno degli obiettivi principali di questo piano strategico è lo sviluppo della nostra attività online. In questo senso, abbiamo ingaggiato talenti specializzati in questo momento e abbiamo un team schierato geograficamente tra Madrid, Malta, Melilla, Gibilterra, Messico e Tel Aviv. La crescita in Messico e Spagna è anche parte dei nostri piani futuri, a causa delle opportunità che offrono come regioni chiave che porteranno alla crescita e alla redditività nel settore online e nelle scommesse sportive. L’azienda è inoltre solidamente posizionata per fronteggiare le considerevoli possibilità che potrebbero sorgere nel caso in cui si verifichino possibili sviluppi normativi in ​​Brasile o in Argentina. Dal momento che assumendo la presidenza del gruppo nei primi mesi del 2018, una delle mie priorità è stata quella di promuovere una cultura condivisa attorno a concetti quali la professionalità, l’importanza del cliente nella nostra strategia o la capacità di innovazione. Grazie alle tecnologie, possiamo continuare a migliorare le esperienze dei clienti. Altrettanto rilevante è l’enfasi e l’impegno assoluto che facciamo per la trasparenza della società. In quanto società quotata nel mercato azionario spagnolo, Codere è conforme agli standard Good Corporate Governance raccomandati dalla National Securities Market Commission. Il nostro piano d’azione 2018 suppone un miglioramento nella gestione dei conflitti di interesse, aumenta l’interazione tra i membri del consiglio di amministrazione e alti dirigenti e favorisce una maggiore conoscenza tra gli amministratori e coloro che gestiscono le operazioni.
La nostra azienda è fedele ai suoi valori e poniamo un particolare interesse nel creare ricchezza nell’impegno verso gli ambienti in cui operiamo, attivando diverse iniziative per la protezione dei gruppi più vulnerabili. Per questo, dedichiamo uno sforzo importante alla formazione della nostra squadra. Nel corso di quest’anno, abbiamo tenuto corsi su giochi responsabili, sicurezza e Corporate Governance per migliaia di dipendenti. E il cambiamento strutturale che l’azienda ha realizzato nel 2018 si riflette anche nel suo modo di gestire il talento, che acquisisce una maggiore rilevanza come agente dinamico della trasformazione, nonché nell’impegno con i clienti. Inoltre, per allenare la nostra squadra in termini di efficienza, scansione, clientecentrismo e gestione del cambiamento, l’azienda ha lanciato il programma ‘transFÓRMATE’, che si svilupperà nel corso dei prossimi due anni e mezzo. Codere comprende la diversità della sua squadra umana come una fonte di valore e ha una forza lavoro equa, varia in nazionalità e talenti. Alla fine del 2018, 12.141 dipendenti provenienti da 42 paesi diversi hanno formato la nostra organizzazione, il 91% con un contratto a tempo indeterminato. La nostra azienda è leader ed è pronta ad affrontare le opportunità che si presenteranno indubbiamente in futuro, quindi credo che, nonostante le molteplici sfide che affrontiamo, le nostre prospettive siano positive. Basando il nostro sviluppo su crescita redditizia, eccellenza operativa e progresso nei nostri processi di digitalizzazione, e sempre con il cliente al centro delle nostre decisioni, siamo determinati a continuare a fare uno sforzo importante per rispondere alle aspettative del nostro pubblico e gruppi di interesse”.

Il Gruppo Codere, in qualità di operatore di gioco, si impegna a offrire un ambiente di intrattenimento adeguato, sano e altamente regolamentato per garantire ai propri clienti un’offerta di gioco con tutte le garanzie e la corrispondente riscossione delle imposte, riducendo al minimo qualsiasi impatto indesiderato che le loro diverse attività commerciali possano avere sulla società. L’impegno locale per il gioco responsabile soddisfa i requisiti della legislazione negli ambienti in cui opera l’azienda, articolato attorno a quattro aree principali con cui mira a raggiungere i suoi stakeholder e la società in generale: informazione, formazione, divulgazione e autoesclusione.

In Italia, Codere è uno dei maggiori operatori, con undici sale da bingo (con 5.139 posti) e 8.436 macchine. Allo stesso modo, Codere è uno dei tredici concessionari di rete che operano nel mercato. Alla fine del 2018 sono stati collegate a questa rete 15.256 macchine, sia proprie che di terze parti. Il business del bingo è gestito da undici licenze, una per bingo. Queste licenze operano sotto un regime transitorio, in attesa che il governo decida di concedere il nuovo quadro, attesa che dura dal 2016. D’altra parte, la licenza Codere Network e quella di terminali per videolotterie (VLT) scade nel 2022. Durante il 2018, l’attività italiana ha subito notevoli impatti normativi e fiscali. Nel primo caso, l’applicazione della legge di stabilità del 2016 ha comportato una riduzione di quasi il 30% nel parco macchine dell’azienda. Per quanto riguarda la tassazione, la tassa di gioco o PREU, sia per AWP che VLT, ha subito diversi aumenti nel 2018, oltre ad un terzo aumento già nel 2019. La redditività di Codere in Italia è stata di 28 milioni di euro di EBITDA rettificato nel 2018.

Il mercato italiano è, in modo simile a quello spagnolo, molto frammentato. Nel business del bingo, la stima è che Codere sia tra i tre maggiori operatori, mentre nel funzionamento delle macchine è un operatore relativamente piccolo.