L’accusa chiede 17 condanne, con pene che vanno dai 2 ai 10 anni di reclusione, nel giudizio per l’operazione «Cesare» sui nuovi assetti del clan di Giostra, che gestiva droga e corse clandestine di cavalli e al centro di un blitz dei carabinieri scattato a novembre 2020 a Messina. I 17 imputat hanno chiesto di essere giudicati con il rito abbreviato.

Il gruppo, secondo l’accusa, gestiva il business delle scommesse illecite sulle corse clandestine di cavalli che si svolgevano di notte sulle strade cittadine. Le competizioni clandestine di cavalli sarebbero state organizzate anche nel Catanese grazie ai contatti con esponenti della criminalità organizzata catanese e messinese vicina al clan Santapaola.

E’ quanto scrive ilgiornaledisicilia.it.