Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Bruxelles, 27 Giu – “Allineare le legislazioni degli Stati membri in materia di gioco d’azzardo”. E’ una delle priorità di settore sottolineata dall’eurodeputata Pd Caterina Chinnici in occasione della tavola rotonda ‘L’azzardo non è un gioco’ organizzata all’Europarlamento di Bruxelles.

Chinnici denuncia “una ancora non giusta attenzione a livello europeo” di fronte a un fenomeno, il gioco d’azzardo, causa di “vere e proprie patologie che segnano le famiglie e soprattutto i minori” e dove “si infiltra la criminalità organizzata visti gli enormi interessi economici in gioco”.

L’eurodeputata Pd ricorda “la prima risoluzione del Parlamento europeo del 2013 che individua standard minimi e la raccomandazione della Commissione europea del 2014 che spinge gli Stati membri a fare chiarezza, rendicontazione e protezione dei consumatori”.

Il prossimo passo, spiega, è costituito “indirettamente dalla direttiva Ue anti riciclaggio – che entrerà in vigore in Italia il prossimo 4 luglio per effetto del D.Lgs. 25 maggio 2017 n. 90 – dove ci sono norme contro il gioco d’azzardo con più regole per i gestori, indentificazione del cliente sopra determinati somme e tracciabilità dei flussi di denaro”.

Secondo l’eurodeputata il prossimo passo sarà “andare avanti per quanto riguarda il lato penale oggi non previsto” con “un indirizzo uniforme per tutti i Paesi Ue”. (Alessio Pisanò, JAMMA)

Commenta su Facebook