Nella scorsa settimana, su richiesta del Comitato nazionale per la prevenzione e repressione del gioco illegale, la sicurezza del gioco e la tutela dei minori, sono stati effettuati nella provincia di Catanzaro controlli nei punti vendita ricarica (cd. PVR) per i conti gioco a distanza mirati alla verifica dei requisiti di legalità nel settore delle scommesse e del rispetto delle norme anti Covid-19.

L’attività di controllo, effettuata dai funzionari ADM di concerto con le Forze dell’ordine, ha portato alla verifica di 15 esercizi commerciali, in due dei quali sono stati rilevate alcune irregolarità in materia di messa a disposizione in luogo pubblico di postazioni telematiche che consentono ai clienti di giocare sulle piattaforme di gioco (c.d. Legge Balduzzi) e di raccolta abusiva di scommesse tramite un bookmaker privo di concessione a operare in Italia.

Le apparecchiature informatiche sono state poste sotto sequestro e i titolari dei due esercizi commerciali sono stati sanzionati.