slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) “In materia di adempimenti connessi al funzionamento di apparecchi e congegni di intrattenimento cla gioco, la mancata attivazione della procedura di blocco e di collocazione in magazzino delle apparecchiature non collegate alla rete telematica, giustifica” la sanzione contestata al concessionario della rete telematica”in quanto, al di là degli adempimenti che ricadono sui gestori e gli esercenti, la norma prevede altresì la punizione di coloro che consentono l’uso delle macchine non rispondenti alle prescrizioni di legge ed amministrative, con obbligo di impedire l’utilizzo irregolare in qualsivoglia ipotesi di funzionamento difforme dalle disposte prescrizioni”. E’ quanto ribadisce la Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione accogliendo il ricorso intentato dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Il ricorso si riferisce ad un controllo effettuato in un bar di Cantù dal quale era emerso che una slot no risultava collegata all rete telematica, da qui la sanzione di 6.000 eiro anche alla concessionaria titolare del nulla osta.

Per i giudici della Cassazione quindi è legittima la sanzione contestata al concessionario.

Commenta su Facebook