Con un bilancio annuale finale di incassi che supera i 44 milioni di euro, con un aumento rispetto all’anno precedente del 3,6%”  – così  il presidente Adriano Battistotti con i consiglieri Barbara Biale e Giancarlo Ghinamo – “è stato raggiunto un obiettivo importante attraverso l’impegno di tutti i dipendenti, che ringraziamo: un  risultato che condividiamo con il consiglio di amministrazione che ci ha preceduto. Con nuovo entusiasmo affrontiamo gli anni Venti, che ci vedranno impegnati nel rendere sempre più competitiva la nostra azienda,  nel rispetto della sua tradizione e del suo fascino,  ma anche  tecnologicamente all’avanguardia ed adeguata  alle richieste di un mercato sempre più globalizzato“. 

Gli incassi si dividono tra Giochi Tradizionali,  per quasi 9 milioni di euro, e Giochi Meccanici per 35 milioni e mezzo di euro.

Si è distinta, infine,  anche la Poker Room, che chiude il 2019 superando 1,7 milioni di euro, registrando così progressivamente l’aumento dell’interesse dei pokeristi verso i tornei  mensili e settimanali, sempre di buon livello, scelti per gli interessanti  montepremi e per le dinamiche di svolgimento.