Anche se il Casinò di Campione d’Italia è chiuso da oltre due anni e mezzo c’è chi, online, è convinto di scommettere con la tutela offerta dalla casa da gioco. Una truffa bella e buona quella che è stata denunciata dall’amministratore unico della casa da gioco, Marco Ambrosini, che ha dato mandato ai legali di agire contro due App russe che senza chiedere il permesso a nessuno si sono appropriate del nome del casinò. Utilizzando i social e in un italiano piuttosto stentato gli operatori hanno lanciato una campagna pubblicitaria chiedendo di iscriversi al “casinò online Campione d’Italia” con la promessa di riconoscere fino a 120 euro di credito gratuito per poter iniziare a giocare, anzi “tentare la fortuna”. Lo riporta ilgiorno.it.