cagliari
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Cagliari. Il Tar Sardegna ha rigettato il ricorso di un esercente per l’annullamento del provvedimento di chiusura immediata di una sala giochi per violanzione della ordinanza sindacale che impone una distanza minima di 500 mt dai luogi sensibili.

I giudici hanno ritenuto che ” non appare fondata la censura contenuta nel primo motivo di ricorso, censura su cui si fonda principalmente la domanda cautelare e che  sotto altro profilo, la domanda della ricorrente dovrà essere valutata nella più opportuna sede dell’esame del merito della controversia, per le complesse e rilevanti questioni giuridiche sottoposte al Collegio.

Commenta su Facebook