La Polizia Locale ha effettuato una serie di controlli su bar e sale slot di Cadoneghe (PD), per verificare il rispetto delle fasce orarie di funzionamento di slot machine e videolotterie, previste dall’ordinanza sindacale dello scorso 12 luglio. Giovedì e venerdì scorso i vigili si sono presentati in due sale vlt e in cinque bar dotati di macchinette. Dei 7 esercizi visitati, solo uno è risultato rispettare appieno l’ordinanza.

4 attività hanno mantenuto gli apparecchi accesi in orario non consentito (prima delle 10 di mattina o nella fascia dalle 13 alle 16). 3 hanno mancato di esporre i corretti orari di gioco previsti dalle nuove disposizioni. Tutte le attività nelle quali sono stati riscontrate violazioni dell’ordinanza verranno sanzionate a norma di legge, fino a un massimo di 500 euro. Qualora questi esercizi, a un ulteriore controllo, risultassero nuovamente inadempienti, scatterà la sospensione dell’attività. I controlli della Polizia Locale si estenderanno in tutti i bar di Cadoneghe dotati di slot o videolotterie.

«I gestori erano stati avvisati sia attraverso i canali istituzionali che a mezzo stampa – spiega in una nota – il sindaco Marco Schiesaro – della nostra volontà di far rispettare questa ordinanza: forse qualcuno credeva che scherzassimo. Il gioco d’azzardo è una piaga che nel nostro comune è già costata la serenità di troppe famiglie. L’orario spezzato serve a interrompere la continuità nell’arco della giornata, che è uno dei fattori critici per lo sviluppo della dipendenza da gioco. Chi non rispetta questa misura sarà severamente punito. Da questi controlli abbiamo appreso anche una buona notizia: in uno dei bar la Polizia Locale non ha trovato le macchinette presenti fino a poche settimane prima. I gestori hanno spiegato di aver rinunciato a questa fonte di introito per avere una clientela più tranquilla. Una scelta lodevole, che ci auguriamo venga fatta da altri esercenti di Cadoneghe, e per la quale predisporremo adeguati incentivi».

Commenta su Facebook