Con un Subemendamento al subementamento 17.1000/2000 il senatore Tommaso Nannicini propone di inserire al capoverso”Art. 93″, dopo il comma 5 aggiungere la seguente frase:

“5-bis. L’articolo 9 del D.M. 21 novembre 2000, “Approvazione della convenzione tipo per l’affidamento in concessione della gestione del gioco del «Bingo»” (G. U. 29 novembre 2000, n. 219, S.O.), è abrogato”.

L’art. 9 riguarda le Regole della concorrenza per i concessionari del Bingo: “Qualora nel corso dell’esecuzione della presente convenzione, il concessionario, direttamente oppure attraverso soggetti controllati o collegati, acquisti la titolarità di un numero di concessioni superiore al dieci per cento nell’àmbito nazionale e al cinquanta per cento nell’àmbito regionale, l’Amministrazione procederà alla revoca delle concessioni eccedenti la percentuale massima consentita“.

Inoltre Nannicini al capoverso “Art. 93”, dopo il comma 5 propone la seguente modifica:

“5·bis. All’articolo l, comma 838, lettera c), della legge 27 dicembre 2013, n. 147, le parole: «successivamente al termine del 31 dicembre 2016» sono soppresse”.

4-bis. All’articolo 1, comma 838, lettera c), della legge 27 dicembre 2013, n. 147, dopo le parole: “e il divieto di trasferimento dei locali per tutto il periodo della proroga” sono aggiunte, infine, le seguenti: “ad eccezion fatta per quei concessionari che, successivamente al termine del 31 dicembre 2016, si trovino nell’impossibilità di mantenere la disponibilità dei locali, per cause di forza maggiore e, comunque, non a loro imputabili o per scadenza del contratto di locazione oppure di altro titolo, e abbiano la disponibilità di altro immobile, situato nello stesso comune, nel quale trasferirsi, ferma, comunque, la valutazione dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli”».