Le persone anziane, in Basilicata, “giocano prevalentemente per tentare la fortuna e per solitudine: prediligono il gratta e vinci e il lotto, in quanto non considerati giochi d’azzardo, e i luoghi adibiti sono ricevitorie, tabaccherie e bar”. È quanto emerge dalla ricerca sulla dipendenza dal gioco di azzardo promossa dalla Spi Cgil Potenza, dall’Asp e dell’associazione “Famiglie fuori gioco su” un campione di 700 persone con una media di circa 68 anni. La ricerca è stata presentata oggi a Potenza.