Si è svolto nelle giornate del 20 e 21 luglio scorsi, presso la Sala Conferenze del Centro Polifunzionale della Polizia di Stato di Bari, il seminario formativo dal titolo “Apparecchi da intrattenimento: regole tecniche, profili penali e attività di verifica”, promosso da ADM e Questura di Bari Divisione di Polizia Amministrativa.

L’iniziativa ha visto funzionari ADM presentare a una platea di operatori della Polizia di Stato gli aspetti che disciplinano la materia dei giochi, anche attraverso esempi pratici di condotte fraudolente, utili ad alimentare maggiore conoscenza e preparazione in capo agli organi chiamati a prevenire e reprimere le forme di gioco illegale e la raccolta abusiva di scommesse in assenza di licenza.

Le rilevanze penali connesse alle violazioni in materia di apparecchi da intrattenimento sono state oggetto di uno specifico focus curato dalla dott.ssa Angela Maria Morea, Sostituto Procuratore delegato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari.

L’iniziativa consolida la sinergia tra ADM e Polizia di Stato e, seguendo il percorso delineato nel Protocollo d’intesa di scambio informativo sottoscritto in data 26 giugno 2021, si pone nell’ottica di una sempre maggiore aderenza al territorio e alle esigenze dei cittadini, in una materia che racchiude molteplici aspetti di interesse, non solo di carattere tecnicogiuridico ma anche di natura economicosociale, in considerazione delle rilevanti frodi messe in atto dalla criminalità organizzata e delle possibili forme di patologia (ludopatia) e coinvolgimento dei minori.