piemonte consiglio aula
piemonte consiglio aula
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Nessun ripensamento né pause di riflessione sulla legge regionale contro il gioco d’azzardo. La richiesta avanzata da un’associazione di gestori delle slot è irricevibile. La norma piemontese è in vigore da oltre un anno e tutti i Comuni hanno l’obbligo di ottemperare a quanto previsto dalla norma”.

A dirlo sono i consiglieri regionali del M5S Giorgio Bertola e Davide Bono, che proseguono: “Auspichiamo che i consiglieri del Partito Democratico non si facciano condizionare dalle lamentele di chi fa profitto sull’azzardo. Gli interessi di pochi non devono prevalere su quelli dei cittadini piemontesi messi in ginocchio da una piaga sociale senza precedenti che ha ripercussioni negative sull’intera collettività”.

“Ora è prioritario rendere efficace il Piano regionale contro il gioco d’azzardo approdato oggi in Commissione dove abbiamo chiesto più risorse per la cura ed il trattamento della patologia, invece la Giunta ha preferito dirottare maggiori fondi per la comunicazione. Il budget andrebbe riequilibrato in favore di interventi concreti. Ad esempio ben 40 mila euro per il sito e facebook, 40 mila per un’applicazione e 30 mila per un logo ci sembrano eccessivi. Ricordiamo che il nostro Gruppo aveva messo gratuitamente a disposizione della Regione un logo No Slot realizzato da volontari”, concludono i due esponenti pentastellati.

Commenta su Facebook