Istituti bancari che recedono contratti di conto concorrente con imprese di gioco legale. Altri che negano finanziamenti ad attività di scommesse sulla base di motivazioni di carattere etico. L’avvocato Giancarlo Giarnese, del foro di Benevento, con studio in Ariano Irpino, Avellino, si sta occupando di uno di questi casi.

«Il gruppo Lozzi, titolare di alcuni agenzie Eurobet in Montesilvano, ci ha segnalato di aver ricevuto dalla locale Banca di Credito Cooperativo la comunicazione di recesso da contratti di conto corrente attivi da diversi anni, in ragione di non meglio precisate “… attuali politiche creditizie …”» spiega l’avvocato Giarnese a Jamma.

Advertisement

«In realtà si tratta, con tutta evidenza, di comportamenti che si traducono in condotte discriminatorie nei confronti di operatori commerciali che sono comunque riconosciuti dall’ordinamento giuridico italiano.

La questione in esame, peraltro, coinvolge principi che sono posti a fondamento del rapporto stesso fra mondo produttivo e sistema bancario, quali la natura e la funzione dell’attività creditizia, a cui non può non essere riconosciuta anche una valenza di natura pubblicistica, la disciplina della concorrenza e del libero mercato e l’abuso del diritto da parte del contraente posto in posizione dominante.

Senza qui dilungarci sulle singole difese da adottare, dobbiamo sottolineare che è nostra intenzione proporre gli opportuni rimedi giurisdizionali per evitare che gli istituti di credito possano impedire l’accesso al credito bancario in maniera arbitraria e sulla scorta di valutazioni estranee al merito creditizio all’affidabilità finanziaria» conclude Giarnese.

Nei giorni scorsi la vicenda che vede coinvolto l’imprendire abruzzese è finita anche sui banchi del Senato attraverso una interrogazione parlamentare al Ministro delle Finanze Gualtieri a firma del senatore di Forza Italia Massimo Mallegni.

Oggi, in occasione della presentazione del Libro Blu il Direttore Generale dell’Agenzia Dogane e Monopoli Marcello Minenna  ha annunciato l’avvio di un confronto con le associazioni di categoria per capire meglio come poter procedere.