L’avvocato Giancarlo Giarnese ci aggiorna sul’ azione di un imprenditore del comparto delle scommesse contro la banca che gli aveva comunicato il recesso del contratto e la chiusura di due conti.

“La Banca Credito Cooperativo Abruzzese con due note successive nel settembre scorso aveva comunicato ad un imprenditore di Montesilvano, titolare di alcune agenzie Eurobet, il recesso dai contratti di conto corrente intestati alle agenzie stesse motivando tali recessi con esigenze legate a non meglio precisate ‘politiche creditizie della baca procedente”, spiega l’avvocato Giancarlo Giarnese a Jamma.it.

“Di fronte a tale illegittimo comportamento sono stati proposti due distinti ricorsi d’urgenza dinnanzi al Tribunale di Pescara in cui è stata contestata l’abusività della condotta della banca alla luce dell’attuale ordinamento giuridico che disciplina il settore”, aggiunge Giarnese dettagliando sulla vicenda.

A dicembre sono state fissate le due udienze.

“La speranza – aggiunge l’avvocato- è che gli enti creditizi prendano consapevolezza che tale modus operandi renderebbe impossibile la prosecuzione delle attività d’impresa di un comparto, quello delle scommesse sportive, perfettamente legale, che nell’anno 2019 ha pagato tasse per oltre 10 miliardi di euro e impiega migliaia di addetti”.