I fornitori di giochi online senza licenza devono affrontare un’ondata di azioni legali promosse dai giocatori austriaci. Diversi studi legali si sono specializzati nel recuperare le somme perse dai giocatori nei casinò online: la maggior parte delle cause sono attualmente promosse dalla società viennese Advofin.

Advofin ha seguito nell’ultimo anno 1.500 azioni legali contro gli operatori di giochi online senza licenza. Il valore complessivo della controversia è di 32 milioni di euro. Sono stati completati 40 dei 1500 procedimenti, in tutti i casi gli operatori del casinò hanno dovuto rimborsare le perdite, per un totale di 1,5 milioni di euro.

Le azioni hanno successo perché la maggior parte dei fornitori di gioco d’azzardo online non dispone di una licenza austriaca: operano con licenze di Malta o Gibilterra e fanno affidamento sulla libertà dell’UE di fornire servizi. Il ministero delle Finanze classifica questi operatori come “illegali”. Ci sono grandi nomi come bwin, Mr. Green o William Hill, che offrono tutti scommesse sportive online legali, ma sui loro siti web i giocatori austriaci possono anche prendere parte a giochi d’azzardo senza licenza. I tribunali possono quindi dichiarare inefficaci i contratti di gioco con questi operatori – nel qual caso le perdite devono essere rimborsate ai giocatori.

Un fornitore sta per rinunciare alla sua offerta in Austria: il gigante delle scommesse sportive Tipico, che è anche sponsor principale del campionato di calcio austriaco, ha recentemente annunciato che “purtroppo interromperemo definitivamente i giochi da casinò Tipico per i clienti residenti in Austria” dal il 1 ° febbraio “.