Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Esiste una posizione unitaria all’interno del Parlamento, che parte da questa azione complessiva di fondo che tiene conto dell’attuale situazione economica finanziaria. Attraverso il digitale si può fare sia economia, sia finanza che controlli, non può essere trascurato, ci si arriverà sicuramente e su questo c’è visione molto condivisa. Esiste la necessità che tutti coloro che partecipano condividano questa posizione”.

E’ quanto dichiarato dal viceministro dell’Economia e delle Finanze, Luigi Casero, al convegno “Antiriciclaggio – Non si gioca con le regole” presso la Camera dei Deputati.

“Sui pagamenti elettronici siamo convinti che bisogna spingere, questa forma di pagamento porterà grandi benefici, ma non possiamo fare norme irrealizzabili che penalizzino alcune categorie svantaggiate. L’evoluzione tecnologica del sistema porta una serie di vantaggi. Sul tema dell’antiriciclaggio è necessario che ci sia una visione unitaria, partendo da alcuni elementi di fondo: l’Italia è uno dei Paesi più avanzati in Europa su questo tema e stiamo facendo ulteriori passi avanti. E’ ovvio che questa nuova normativa debba essere applicata nel miglior modo possibile. Serve una visione moderna, abbiamo bisogno di far si che forze giovani entrino in gioco. Il controllo dell’antiriciclaggio non deve avvenire sulla carta d’identità scaduta, abbiamo la necessità di fare il salto di qualità.

Quello dei giochi è un sistema su cui il digitale ha avuto un ruolo importante, qui sono stati fatti grandi passi avanti in un settore a grande rischio. Si tratta di un settore che ha problematiche sociali enormi. Penso che le proposte fatte vadano sulla strada di utilizzare il digitale per semplificare il tutto senza che ci siano però delle falle” ha concluso Casero.

Commenta su Facebook