“Dopo un’indagine della durata di sette mesi al fine di prevenire, identificare e reprimere l’attività criminale nel campo del gioco d’azzardo, la polizia di stato ha portato a termine ieri sera un’operazione di larga scala” ha fatto sapere la Polizia di stato con un comunicato ufficiale.

L’operazione di polizia denominata “la fortuna del gioco”, condotta dal dipartimento di polizia criminale, in collaborazione con le direzioni della polizia locale nei distretti di Tirana e la squadra mobile di Fier e Shkodra, ha portato in manette 115 persone, altre 24 sono indagate a piede libero e due sono ricercati.

Inoltre e stato posto sotto sequestro una grande quantità di denaro, computer da gioco, armi da fuoco, dozzine di telefoni cellulari e altri accessori, utilizzati per organizzare e attuare le attività criminali.

Tra gli arrestati vi sono alcuni dei principali organizzatori di questa attività illegale, che hanno commesso reati per i quali è prevista una condanna da 7 a 15 anni di carcere.

Durante l’operazione, che si è svolta in coincidenza delle partite di calcio dell’Europa League, sono state schierate 1540 forze di polizia, dal dipartimento di polizia criminale, dal dipartimento di pubblica sicurezza, dalla direzione della polizia di Tirana, Durazzo, Berat, Fier, Korça, Elbasan, Lezha, e le squadre mobile di Shkodra e Tirana, Fier.

A Tirana e negli altri distretti sono state effettuate 486 ispezioni nei locali sospettati di svolgere questa attività criminale. Di conseguenza, una sala di monitoraggio centrale che controllava l’attività in corso anche di altre località, è stata posta sotto sequestro a Tirana. In questo locale dove sono stati trovati anche 6 dipendenti irregolari, sono stati recuperati e sequestrati i soldi (circa 138 mila euro) provenienti dalle scommesse illegali avvenuti nei punti monitorati da questo centro, oltre alle attrezzature.

“Questa operazione è ancora in corso in altre regioni del Paese, per identificare e reprimere qualsiasi tentativo di intraprendere le attività di gioco illegale. La polizia di stato è determinata a prevenire e reprimere qualsiasi illegalità in qualunque campo appaia” chiude il comunicato.
Il parlamento albanese aveva approvato una legge sul tema che è entrata in vigore il 1° gennaio del 2019 per effetto della quale viene vietata qualsiasi attività di gioco a vincita o scommessa.