I funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) di Palermo hanno eseguito, in collaborazione con la Polizia di Stato, una operazione di controllo orientata al contrasto delle violazioni in materia di gioco d’azzardo.

La verifica, disposta dalla Questura territoriale nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio, è stata eseguita nei giorni scorsi presso un centro scommesse risultato privo di licenza, in violazione dell’art. 88 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (T.U.L.P.S.)., nel quale si effettuavano raccolte di scommesse riconducibili a eventi non inseriti in palinsesto e scommesse inferiori al minimo consentito di 2 euro disposto dalla legge.

Nei confronti del titolare dell’esercizio, denunciato per raccolta abusiva di scommesse, sono state contestate violazioni amministrative per 50.000 euro ed è stata avviata una verifica tributaria mirata all’accertamento dell’imposta unica evasa.