A Testa Alta. Per Francesco Savoia, titolare di una agenzia Goldbet a Corigliano Rossano, il suo lavoro non e’ un insulto. Questa la sua storia.


Sono stanco. Tutti noi esercenti siamo stanchi. Stanco della definizione che ci viene data da politici e gente che sicuramente non è mai entrata in un’agenzia di scommesse. Per loro entra da noi solo gente malata, ludopatica e infiltrata con chissà quale attività criminosa. È un po’ come definire che in un bar entrano solo ubriaconi con la birra in mano che non si reggono in piedi. Ora cerco di farvi aprire gli occhi (cosa difficile per voi politicanti) su cosa sia nel 2020 un’agenzia di scommesse, dato che sono sicuro che parliate solo per slogan e non perché ci avete mai messo piede. Noi siamo la “piazzetta” del nuovo millennio, dove ragazzi (maggiorenni) ed adulti passano un pomeriggio a chiacchierare di calcio e sport. Siamo quelli che fanno vedere in diretta una partita di calcio con tifosi di diverse squadre senza che mai si arrivi ad una rissa, ma solo sfottò tra amici. Siamo quelli dove vedi un avvocato, un maresciallo, un dottore, che si liberano della loro “divisa” e diventano dei tifosi accaniti della loro squadra del cuore. Si, siamo anche quei luoghi in cui si gioca, ma il costo di una scommessa è di solo 2 euro, il nostro non è un gioco d’azzardo ma è un gioco di abilità, dove si studiano statistiche, classifiche e squadre di calcio. Al contrario di un gratta e vinci (dove là è SOLO azzardo) che invece è già possibile far comprare ai clienti dal 4 maggio. Siamo consapevoli che oggi non sarà più possibile far entrare tutti insieme gli stessi clienti di prima, ma dovete essere anche voi consapevoli che siamo già attrezzati per le nuove disposizioni in materia di sicurezza e distanziamento. Fateci riavere la nostra piccola normalità, e smettetela di descriverci per quello che non siamo.

SE HAI DA DIRE QUALCOSA ANCHE TU, VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA DI LAVORATORE DEL GIOCO LEGALE, INVIA UNA EMAIL A [email protected]

o un messaggio via facebook alla pagina Jamma- Il quotidiano del Gioco