Print Friendly

(Jamma) – Prosegue con successo la prima consultazione per il Barometro delle imprese del gioco lanciata da Jamma.it in collaborazione con l’Osservatorio Internazionale del Gioco – Università di Salerno.

L’indagine, condotta su un campione di imprese del comparto del gioco pubblico e veicolata attraverso Jamma.it, mira a far conoscere le attuali condizioni di esercizio, le opportunità rimaste agli operatori dopo le rigide regole dettate dal Legislatore nazionale e le limitazioni di distanze e di orario imposte dalle Autorità locali.

 

Si conferma il segnale positivo che arriva come soluzione al problema ‘crisi’. Una schiacciante maggioranza degli intervistati ritiene che una buona opportunità potrebbe essere quella di diversificare l’offerta di gioco, contro un eguale, ma piccolo, numero di indecisi e contrari.

Interessante anche la valutazione che le imprese di settore fanno del provider-concessionario, ovvero il soggetto che hanno scelto (vedi il caso di scommesse e slot) come fornitore di servizi per il gioco. La maggioranza infatti non sta valutando e non valuterà di cambiare provider, qualcuno non sa e un esiguo numero di intervistati opta per il sì.

La maggioranza degli operatori che hanno partecipato al sondaggio gestisce Newslot, nella gran parte dei casi più di 100 unità, e possiede fino a 50 cambia-cambia.

Poco meno del 30% degli intervistati gestisce anche circa 50 apparecchi da intrattenimento senza vincita di denaro.

Per il miglior risultato di questa ricerca confidiamo nella collaborazione delle imprese (gestori di slot, esercenti di sale scommesse e sale giochi, Bingo). L’affidabilità dell’indagine dipende anche dalla partecipazione del maggior numero possibile di aziende.

Il risultato del sondaggio speriamo possa aiutare anche i dirigenti di azienda nello stabilire le migliori strategie di business.

Le risposte, che invieremo all’indirizzo email comunicato, rimarranno sempre segrete, solo il totale dei risultati sarà analizzato statisticamente.

Il rapporto sarà pubblicato integralmente a conclusione della consultazione.

Per partecipare al sondaggio cliccare su: Barometro del gioco pubblico

Commenta su Facebook