15 furti in soli un anno, tra marzo 2018 e febbraio. Una media di oltre un colpo al mese. Tutti ai danni di bar e locali delle provincia di Grosseto e Siena. I Carabinieri sono riusciti ad arrestare tre giovani uomini tra i 28 e i 26 anni, tutti moldavi. I malviventi, dopo accurati sopralluoghi, si intrufolavano nei locali, forzando la porta di ingresso; con passamontagna sul volto per non essere riconosciuti e guanti portavano via slot machines, macchine cambia monete e registratori di cassa.

Li caricavano su veicoli rubati appositamente per commettere i furti, e li portavano in luoghi isolati dove avevano tempo e modo di “scassinarli”; infine fuggivano con le monete (anche sei-settemila euro la volta) lasciando sul posto le auto rubate si dileguavano con le monete sottratte dagli apparecchi (anche per importi di sei/settemila euro), lasciando sul posto i videogiochi e i mezzi rubati.

Le indagini del Nucleo investigativo dei Carabinieri, coordinate dalla Procura della Repubblica hanno portato, anche grazie alle intercettazioni, all’individuazione dei tre ladri. Nel corso di una perquisizione effettuata durante le indagini, uno degli indagati è stato trovato in possesso di circa 600 monete da uno e due euro. Il valore complessivo della refurtiva ammonta a 70mila euro.