(Jamma) Approvate oggi dal Consiglio Comunale di Torino alcune modifiche al Regolamento sulle Pubbliche affissioni (23 voti favorevoli; 2 astensioni: Lega Nord e Moderati).

In particolare, viene aggiornato il parco impianti (articolo 2) e viene specificato all’articolo 6 che la riduzione del 50% del diritto di affissione non si applica per i manifesti che pubblicizzano eventi di natura commerciale, fieristici e/o promozionali, ancorché patrocinati dalla Città e/o a ingresso gratuito.

Allo stesso articolo viene aggiunto il comma 1 bis che invece estende la riduzione del 50% in due casi: ai manifesti delle scuole paritarie riconosciute dal Ministero e ai manifesti di comitati, associazioni, fondazioni e ogni altro ente senza scopo di lucro per le affissioni sulle bacheche delle Circoscrizioni.

All’articolo 7 viene prevista la possibilità di installare manifesti esenti dal pagamento dei diritti anche nelle tabelle poste sui cantieri.

L’articolo 12, infine, recepisce la volontà espressa dall’Anci di tutelare la dignità femminile e di adottare modelli di comunicazione commerciale positivi, che non contengano immagini o rappresentazioni di violenza contro le donne o che incitino ad atti di violenza sulle stesse. Viene anche richiesta particolare attenzione alla rappresentazione dei generi, evitando stereotipi di genere.

Razionalizzate, infine, le procedure sanzionatorie (articolo 19).

Un emendamento della Giunta, inoltre, vieta la pubblicità del gioco d’azzardo sugli spazi affissionali di proprietà della Città, come richiesto dalla Commissione consiliare Bilancio.

Commenta su Facebook