Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Lunedi’ 22 maggio nella sede della Regione Lombardia celebreremo la ‘Seconda giornata nazionale per il contrasto al gioco d’azzardo patologico’. Un ulteriore segno d’attenzione verso una piaga sociale che sempre piu’ distrugge migliaia di famiglie in tutta Italia”. Lo annuncia Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Citta’ metropolitana delegata dal presidente Maroni a trattare i temi connessi al fenomeno della ludopatia.

MANIFESTO ANTILUDOPATIA – “Lo scorso anno, alla prima edizione di questa iniziativa – prosegue Viviana Beccalossi – parteciparono piu’ di 400 persone e intervennero, fra gli altri, i presidenti di Regione Maroni e Toti, numerosi assessori regionali e i sindaci di importanti citta’ come Padova, Brescia, Bergamo e Pavia. Con loro venne sottoscritto il ‘Manifesto antiludopatia’, un documento che chiede al Governo di tenere conto delle tante iniziative messe in campo a livello locale da Regioni e Comuni per contrastare la diffusione indiscriminata del gioco d’azzardo e non vanificare gli sforzi fin qui messi in campo”.

RUOLO INFORMAZIONE – “Quest’anno – spiega l’assessore Beccalossi – l’appuntamento sara’ focalizzato sulle testimonianze di chi vive quotidianamente sul campo tutti i risvolti di questa piaga sociale e sull’importanza che assume una corretta comunicazione da parte dei media. Per questo l’appuntamento e’ stato anche inserito dall’Ordine dei Giornalisti tra i corsi validi per la formazione professionale continua. In ogni caso e’ aperto a tutti i cittadini che vorranno intervenire”.

AZIONI CONCRETE – “A chi strumentalmente ci accusa di politicizzare il tema della ludopatia – conclude Viviana Beccalossi, facendo riferimento allo stop di ogni provvedimento del Governo con il rinvio, martedi’ scorso, della Conferenza unificata Stato-Regioni – rispondiamo che ha sbagliato indirizzo. Noi, a differenza di altri, in perfetto stile lombardo poniamo in essere azioni concrete. Come la legge rigorosa e severa approvata all’unanimita’ dal Consiglio regionale sulla ludopatia, l’accordo siglato con il direttore scolastico regionale Delia Campanelli per affrontare questa tematica nelle nostre scuole e il bando che ha gia’ destinato 5 milioni di euro ai Comuni per combattere il dilagare del gioco d’azzardo”.

Commenta su Facebook