Print Friendly

(Jamma) – “Sulla sua pagina Facebook il Presidente Toti sostiene di essere stato costretto a convocare un consiglio straordinario il prossimo sabato mattina ‘per impedire il licenziamento di centinaia di persone e la chiusura di migliaia di esercizi commerciali’. Ci congratuliamo per il superlavoro ma le sue affermazioni sono, come spesso gli accade, fatte di slogan e di non conoscenza”.

Lo scrive sulla sua pagina Facebook l’assessore alla Legalità del Comune di Genova, Elena Fiorini.

“Ben si guarda oltretutto dal dare numeri corretti: a Genova ci sono circa 3000 pubblici esercizi, ma solo circa 500 hanno macchinette; circa 500 tabaccai, ma solo la metà hanno slot. Si può sopravvivere, insomma, senza guadagnare sull’azzardo. Nessuno è talebano e c’erano cinque anni per mettersi in regola. Ben sappiamo quante persone fragili, famiglie, anziani siano sul lastrico a causa dell’azzardo, quali tragedie nelle famiglie. I numeri li abbiamo e li abbiamo portati all’attenzione di tutti. Non c’è invece alcuna prova che queste macchinette abbiano in qualche modo determinato assunzioni. Ma tra i bar e tabaccai che non hanno slot e si dannano per dare un’offerta di qualità a cittadini e turisti e coloro che lucrano su poveracci e persone fragili, chi preferisce tutelare?” conclude Fiorini.

Commenta su Facebook