Print Friendly

(Jamma) – “L’atto deliberativo è in fase conclusiva e sarà proposto all’approvazione della Giunta entro la metà del mese di giugno”.

È l’assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi, a rispondere in Assemblea legislativa all’interrogazione a risposta immediata presentata da Raffaella Sensoli e Andrea Bertani del M5s sul tema gioco d’azzardo, attraverso la quale i due consiglieri chiedono di “adottare in tempi celeri l’atto previsto dalla legge regionale 18 del 2016 che vieta l’esercizio di attività di gioco d’azzardo in sedi distanti meno di 500 metri da luoghi sensibili, quali istituti scolastici, luoghi di culto, impianti sportivi, strutture residenziali o semi residenziali operanti in ambito sanitario o sociosanitario, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile e oratori”.

Il Movimento 5 stelle lamenta “i ritardi della Giunta nell’adozione di questo provvedimento attuativo della legge”.

I tempi di redazione, ha riferito in Aula Venturi, “si sono allungati per la necessità di contemperare le esigenze di tutela della salute dei singoli e della collettività, certamente di interesse preminente, con quelle della tutela della continuità occupazionale di chi lavora negli esercizi che saranno oggetto di delocalizzazione”. Inoltre, ha aggiunto, “si è dovuto provvedere a dettagliare con completezza le incombenze a carico dei Comuni, che dovranno provvedere alla mappatura dei luoghi sensibili per i successivi provvedimenti di chiusura, al fine di ridurre il rischio di contenziosi”.

“Nel frattempo- ha replicato Sensoli- stanno aprendo, causa i ritardi della Giunta, nuove sale slot, stiamo parlando di un problema grave, quello dell’azzardopatia, che riguarda la salute dei cittadini”.

Commenta su Facebook