Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Agevolazioni sulla tassa rifiuti che premiano gli esercenti che rifiutano le slot machine. Questa una delle misure inserite nel bilancio di previsione del Comune di Dicomano (FI).

A illustrarlo è il sindaco Stefano Passiatore, ricordando che la Legge di Stabilità 2016 ha abolito la Tasi prima casa e bloccato addizionali Irpef e Imu.

Pagheranno meno la Tari quegli esercizi pubblici che non accettano slot machine o che le tolgono, una scelta che ha assunto il Comune come misura di contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo: “Lo sconto è del 20% – spiega il sindaco Passiatore – e sarà applicato ai commercianti che non installano le slot o a chi le toglierà. Ma se avremo ancora risorse disponibili, premieremo anche gli esercizi commerciali che non le hanno mai attivate”.

Commenta su Facebook