(Jamma) – “Ma il Governo, prima di procedere alla stesura del testo, ha chiesto un possibile ventaglio di interventi in materia di giochi e tabacchi o c’è stata solo questa possibilità? La cassa si poteva fare in diversi modi tramite giochi e tabacchi, volevo quindi capire se ci sono state altre ipotesi che voi avete proposto e in caso affermativo quali sono”.

E’ quanto ha chiesto il deputato e membro della Commissione Finanze, Pietro Laffranco (FI), durante l’audizione del direttore Adm, Giuseppe Peleggi, nelle Commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato sulle misure correttive di cui al decreto-legge n. 50 del 2017, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo.

“Nessuna manovra non ha alternative, si tratta di scelte politiche, a noi è stato richiesto di vagliare e prospettare diverse ipotesi tecniche di intervento come sempre succede in questi casi” ha risposto il vicedirettore Adm, Alessandro Aronica. “Noi abbiamo fatto ogni volta le stime su quello che poteva essere il probabile impatto delle varie misure prospettate e il vaglio finale ha lasciato sul tappeto questi interventi di cui vi dicevo prima. Sono frutto di scelte politiche, ovviamente, che in sede politica possono essere discusse con alternative e ulteriori interventi, questo è naturalmente sempre possibile” ha concluso.

Commenta su Facebook