(Jamma) – Questa mattina (venerdì), il sindaco di Alghero Mario Bruno ha firmato un’ordinanza (pubblicata sull’Albo), con l’obiettivo di contrastare il fenomeno delle ludopatie e del gioco compulsivo.

Constatato che il gioco d’azzardo patologico è inquadrato come malattia sociale nell’ambito delle dipendenze patologiche, e preso atto dei report sul Distretto di Alghero presentati in collaborazione col Servizio dipendenze dell’Asl di Sassari, in seguito anche agli approfondimenti effettuati dalla competente Commissione consiliare, si è ritenuto necessario ed urgente adottare un provvedimento che regoli opportunamente gli orari di esercizio delle attività e ne vieti l’apertura di nuove in luoghi ritenuti sensibili (a distanza inferiore ai 300metri da istituti scolastici, luoghi di culto, centri di aggregazione sociale, centri giovanili e strutture culturali, ricreative e sportive).

L’ordinanza regolamenta anche gli orari di esercizio dell’attività di sala giochi e di utilizzo degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincite in denaro collocati in altre tipologie di esercizi. Sia per le sale da gioco (ad esclusione delle sale biliardo e delle sale bowling), sia per bar, ristoranti, alberghi, rivendite tabacchi, esercizi commerciali, circoli ricreativi, ricevitorie lotto, agenzie di scommesse, sale bingo, sale Vlt, dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 20, tutti i giorni, compresi i festivi.

Commenta su Facebook