Print Friendly

(Jamma) – “E’ meglio giocare alle AWP presenti nei piccoli bar per strada oppure entrare nelle sale a rovinarsi alle VLT? Come si fa a voler qualificare il gioco d’azzardo delle sale VLT? E’ meglio giocare dove si può perdere decine di migliaia di euro in un giorno, o dove si può perdere solo poche decine di euro in un giorno? Le VLT sono 50.000 ma incassano quanto 400.000 AWP, e sono capaci di incassare anche quanto 800.000 AWP, in un tempo molto più veloce delle AWP” scrive in una nota Agcai.

“I casinò in Italia sono vietati, figuriamoci le VLT che sono macchine molto più pericolose di quelle dei casinò. Invece di metterle al bando e proibirle, o quantomeno allontanarle almeno 500 metri da scuole e chiese, come giustamente vuole la Regione Lombardia. E’ inammissibile che in Italia abbiamo Mini-Casinò ad ogni angolo di strada” prosegue Agcai.

“Questo Governo fedele alle multinazionali intende qualificare le sale-VLT e renderle intoccabili dai Comuni e dalle Regioni, rinchiudendo tutti i giocatori in questi luoghi infernali. Per fare questo usa la scusa populista di ridurre le slot dei piccoli bar (che in realtà sono quelle meno pericolose) affinché tutti i giocatori confluiscano in queste sale infernali che non sono minimamente toccate o ridotte, ma anzi vengono blindate ed aumentate nascondendo il bando delle sale scommesse presente in legge di stabilità 2016 che prevede l’apertura di 4400 nuove sale (al posto di chiuderle oggi ce ne sono 5600 mentre il bando ne prevede un massimo di 10.000).

L’obiettivo delle multinazionali – aggiunge Agcai – è far realizzare a questo Governo un progetto che porterà alla rovina dei giocatori e all’aumento della raccolta delle VLT, all’arricchimento delle multinazionali e all’aumento del gettito erariale per il Governo. Teniamo presente che le AWP da bar sono un prodotto a bassa perdita e bassa giocata (come dice lo stesso Baretta) e sono nate per essere collocate nei bar affinchè intrattengano il giocatore con una bassa perdita e siano da contrasto al gioco d’azzardo vero e proprio presente nelle sale VLT, nell’on-line e nel gioco illegale, dove la perdita invece è altissima e senza limiti.

Purtroppo il Governo negli ultimi tre anni diminuendo il payout delle AWP (per incassare 1,3 miliardi in più all’anno, come nel 2016 – cosa che vuole fare anche quest’anno diminuendo il payout dal 70% al 68% per guadagnare altri 500 milioni) altro non ha fatto che far aumentare la perdita dei giocatori anche su queste macchine da bar facendole diventare pericolose, sempre a discapito della salute pubblica. Ma non dicono di voler tutelare i giocatori?

Quello che la nostra associazione ha sempre sostenuto – conclude Agcai – è l’esigenza di sostituire tutte le macchine con una macchina non pericolosa, a bassissima perdita, presente nei locali pubblici, che intrattengano il giocatore affinchè non senta la necessità di rivolgersi ad altre forme più aggressive come le sale-VLT, dove rovina tutta la famiglia in pochissime ore. L’occasione giusta è l’imminente sostituzione delle AWP in AWP da remoto per realizzare una macchina molto meno pericolosa da diffondere nei piccoli bar in misura contingentata come prevedeva l’originale legge del 2003, in luoghi dove i giocatori non possono perdere”.

Commenta su Facebook