Con il boom dell’industria del gioco nel Regno Unito le piattaforme di gioco d’azzardo illegali sono state un argomento di tendenza nel settore dell’iGaming quest’anno e gli esperti di KingCasinoBonus.uk hanno avuto accesso a informazioni di Ahrefs Keyword Explorer che è uno strumento per misurare le ricerche online e le preferenze in base ai dati di Google. Con lo scopo di divulgare argomenti utilizzati dagli utenti del Regno Unito per quanto riguarda l’attività di gioco d’azzardo illegale dei casinò senza licenza i dati sono aggiornati al16 novembre 2022.

Parola chiaveVolume delle ricerche mensili
Casinò non Gamstop5,1mila
Casinò senza Gamstop1,2 mila
Siti di scommesse non su Gamstop2,0K
Bookmaker non su Gamstop700
Siti di casinò non Gamstop700
Casinò online senza Gamstop500

Tutte le voci nella colonna di sinistra rappresentano parole associate a licenze non UKGC dei casinò, il che significa che non esiste alcuna regolamentazione o protezione dei dati o dei fondi.

I numeri nell’intervallo delle migliaia nella colonna di destra rappresentano il numero di ricerche mensili in tutto il mondo. Una ricerca locale nel Regno Unito non sarebbe stata rilevante; molti giocatori d’azzardo che cercano questi termini utilizzano il software VPN.

Il mercato nero guadagna più di 1.000 giocatori ogni mese

Secondo l’analisi di KingCasinoBonus, le query di ricerca estratte da Ahrefs significano praticamente che, nella vita reale, 1.000 giocatori britannici creano nuovi account su siti non regolamentati e rivendicano bonus predatori.

L’evoluzione dei numeri: 2019 versus 2022 & 2022 versus 2025

I dati di quest’anno sono più del doppio rispetto al 2019. All’epoca, circa 500 giocatori britannici accedevano ai casinò online senza licenza.

KingCasinoBonus prevede la stessa tendenza al rialzo per i prossimi due anni. L’aumento porterà tristemente i numeri a più di 2.000 giocatori d’azzardo al mese che utilizzano siti di mercato nero, senza licenza, entro il 2025.

Gli scommettitori online del Regno Unito – facili bersagli delle truffe

Entro il 2030, l’industria del gioco d’azzardo dovrebbe superare i 149 miliardi di sterline. Con la crescita dei giocatori online e l’attività di gioco d’azzardo illegale arriva un’ondata inquietante di truffe e frodi. Sempre più utenti online diventano consapevoli dei rischi a cui si espongono quando giocano nei casinò online o nei siti di scommesse senza GAMSTOP. Pertanto, i giocatori d’azzardo cercano di proteggersi ricercando i fornitori più sicuri.

Ragioni per la crescita accelerata dell’industria del gioco d’azzardo illegale

Oltre alla legislazione irremovibile, i siti di gioco d’azzardo e scommesse devono includere un processo KYC approfondito sulla loro piattaforma. La procedura Know Your Customer, o Enhanced Due Diligence è un processo di verifica volto a ridurre i rischi di frode finanziaria.

I siti Web con licenza, inoltre, hanno l’obbligo di richiedere informazioni sull’identità dell’utente (nome completo, data di nascita e altri documenti di identificazione governativi come una patente di guida).

Articolo precedenteL’UE utilizzerà il gioco come mezzo per diffondere i “valori europei”
Articolo successivoI 2/3 dei giocatori credono che i limiti di spesa imposti dallo Stato sulle scommesse accresceranno il mercato nero del gioco d’azzardo