Sisal ottiene l’ambita certificazione del Winning Women Institute per la parità di genere in azienda con oltre il 41% della popolazione al femminile e oltre il 40% al femminile tra i neoassunti nell’ultimo anno.

Winning Women Institute, organizzazione impegnata sul tema della Gender Equality che ha come scopo diffondere il principio della parità di genere all’interno del mondo del lavoro, ha certificato Sisal – la prima azienda del settore del gaming – per la presenza femminile a tutti i livelli aziendali e per la costante attenzione e volontà a sviluppare pari opportunità sia in termini di ruolo che di riconoscimenti economici. In Sisal, infatti, la percentuale di promozione al femminile su base annua è del 39% con un valore percentuale complessivo di differenza retributiva per genere del -11%.

I temi di diversity, equality e inclusion sono al centro delle nostre strategie e sono davvero orgoglioso che Sisal abbia ricevuto la certificazione per la parità di genere del Winning Women Institute – commenta Ruggero Dadamo, Chief People Officer di Sisal –. Il percorso di certificazione sulla gender equality ci ha consentito di realizzare un assesment sulle dimensioni che concorrono all’azzeramento dello gender pay gap. Questo ci permetterà di focalizzare ancora più nel dettaglio le azioni prioritarie da mettere in campo per raggiungere l’ambizioso obiettivo che ci siamo posti: raggiungere lo zero gender pay gap entro il 2030”.

“Siamo stati molto contenti di poter lavorare con Sisal su un tema così importante come quello della Gender Equality – commenta Enrico Gambardella, Presidente di Winning Women Institute –. Sisal ha interpretato nel migliore dei modi questo percorso non solo raggiungendo la Certificazione attraverso la misurazione e l’analisi dei Key Performance Indicator del modello di Winning Women Institute, ma dandosi già nuovi obiettivi e identificando i prossimi step per un ulteriore miglioramento”.

Il modello di valutazione applicato, Dynamic Model Gender Rating, si basa sul raggiungimento di KPI quantitativi e qualitativi, seguendo quattro leve oggetto di audit: opportunità di crescita in azienda, equità remunerativa e processi HR, Politiche per la gestione della gender diversity e infine Policy per la tutela della maternità.

L’impegno di Sisal per la gender equality si esprime anche attraverso la particolare attenzione che pone sul work life balance e nelle iniziative di welfare legate al supporto concreto per la genitorialità. Infatti, la certificazione del Winning Women Institute è il secondo riconoscimento che Sisal ha ricevuto nell’ultimo anno in tema di uguaglianza di genere, dopo essere premiata come Caring company®, il riconoscimento di Lifeed dedicato alle realtà che vogliono favorire la sinergia tra vita e lavoro e che vedono nella diversità delle persone un moto di sviluppo e innovazione.

In Sisal, la valorizzazione e l’incoraggiamento dell’empowerment al femminile è espresso anche da numerose attività che l’azienda porta avanti anche sui temi dell’innovazione; nell’ultima edizione del progetto GoBeyond, la call for ideas proposta da Sisal, è stato introdotto come premio un percorso di accelerazione per la startup a leadership femminile più meritevole tra le tante, oltre il 40% del totale, che hanno partecipato alla call. Grande valore è testimoniato anche dal network di partner con i quali il progetto è cresciuto negli ultimi anni; in particolare, dedicati all’angel investment al femminile Angel4Woman, associazione composta da Business Angel che vogliono investire in startup al femminile ad elevato potenziale di crescita e SheTech, realtà che mira a creare una community attiva e offrire opportunità reali per supportare le donne nel mondo tech e digital.

Inoltre, per accrescere la cultura inclusiva aziendale, Sisal ha sviluppato negli ultimi mesi una policy interna di DE&I, che ha come obiettivo la valorizzazione e il supporto dei singoli, valorizzando l’indentità di genere, generazione, cultura e abilità, poichè l’unico modo per creare valore è costruire un ambiente di lavoro accogliente, inclusivo, equo, attento e rispettoso delle persone.

Articolo precedenteLavoro, Confesercenti: “Su nuovi ammortizzatori sociali serve maggiore chiarezza”
Articolo successivoPorto di Vasto (CH), Adm: sdoganate 14 sezioni di torri eoliche per l’esportazione in Marocco