Presentato il Bilancio di Sostenibilità 2021 di Sisal, incentrato sulle performance ambientali, sociali e di governance. Rafforzato l’impegno sul programma di Gioco Responsabile per la tutela dei giocatori. L’impegno di Sisal riconosciuto anche dalle principali agenzie di rating ESG internazionali

Presentato oggi il Bilancio di Sostenibilità 2021 di Sisal, il report annuale che definisce l’impegno dell’azienda nel costruire un futuro più responsabile, attraverso un percorso che poggia su una strategia di sostenibilità con obiettivi di lungo periodo per affermare Sisal come leader nel Gioco Responsabile, azienda innovativa e sostenibile e ambiente di lavoro esemplare.

La Leadership nel Gioco Responsabile

Sisal rafforza lo sviluppo e l’implementazione del Programma di Gioco Responsabile, sia in Italia che a livello internazionale. A partire dal 2009, in occasione della prima edizione del Bilancio di Sostenibilità, Sisal investe in maniera costante per promuovere un modello di business sostenibile basato sul coinvolgimento di tutte le funzioni aziendali, sulla formazione del personale di vendita, sull’informazione dei giocatori e sulla loro sensibilizzazione.

La strategia di Gioco Responsabile di Sisal persegue l’obiettivo di raggiungere entro il 2030 Zero Giocatori Problematici, attraverso un programma basato su: utilizzo di strumenti di ricerca, per identificare le protezioni più idonee per i giocatori; prevenzione dei fenomeni di gioco problematico, anche attraverso l’utilizzo di strumenti di Intelligenza Artificiale; supporto ai giocatori problematici, identificando e fornendo supporto psicologico; leadership nella comunicazione, per favorire una cultura del gioco equilibrata e consapevole; misurazione continua dei risultati del programma e delle diverse azioni.

Un Ambiente di lavoro esemplare

Un’azienda cresce solo se cresce il valore delle proprie risorse, è questo il principio fondamentale che guida la people strategy di Sisal e motiva l’impegno costante nel costruire un ambiente di lavoro competente, consapevole e inclusivo, che offra a ciascuna risorsa la possibilità di investire in maniera continuativa sulla propria crescita professionale e personale. Attenzione testimoniata da un totale di oltre 33mila ore di formazione erogate (più del doppio rispetto al 2020), che hanno coinvolto la quasi totalità della popolazione aziendale.

Il 2021 è inoltre stato l’anno in cui l’azienda, in linea con la propria ambizione di diventare una best practice in Italia per la gender equality, si è dotata di una policy aziendale legata ai temi Diversity, Equity & Inclusion, istituendo parallelamente l’Inclusion Team, un team di lavoro formato da dieci manager Sisal provenienti da altrettante funzioni aziendali. Prosegue in maniera concreta anche l’impegno dell’Azienda per raggiungere lo Zero Gender Pay Gap entro il 2030: in Italia, alla fine del 2021 il divario retributivo tra i due generi si attesta al -10,9% (in miglioramento rispetto al –12,9%, del 2020). La popolazione aziendale dell’intero gruppo Sisal conta al 31 dicembre 2021, oltre 2.500 dipendenti, dei quali il 39% donne.

Azienda Innovativa e Sostenibile

Nel 2021 Sisal ha aderito al Global Compact delle Nazione Unite, un ulteriore passo che testimonia in maniera concreta l’impegno per un business eticamente sostenibile a tutela dei diritti umani, di standard lavorativi adeguati, dell’ambiente e della lotta alla corruzione.

Sono stati inoltre avviati numerosi progetti per raggiungere l’obiettivo prefissato di Zero emissioni nette di CO2 entro il 2030: dal 2021, infatti, tutte le sedi Sisal in Italia sono approvvigionate con energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili, con un risparmio, in termini di emissioni quantificabile in 3.574 tonnellate di CO2eq. Anche i server aziendali sono stati spostati in green Data Center per azzerare l’impatto ambientale.

Nel corso del 2021, inoltre, è stato condotto un assesment di tutti i processi e attività aziendali per individuare una roadmap di interventi di mitigazione, per contribuire al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli Accordi di Parigi sul clima.

L’impegno di Sisal per consolidare ulteriormente le proprie performance ambientali, sociali e di governance è stato riconosciuto con la medaglia “Silver” di Ecovadis, che l’ha collocata nell’11% delle aziende più virtuose e, ad inizio 2022, con l’ottenimento del rating ESG da parte di Sustainalytics (Low Risk) e di MSCI (AA), risultati che posizionano Sisal tra le aziende migliori del settore a livello internazionale.

Articolo precedenteJokando.it, il nuovissimo casinò online per una esperienza di gioco a tutto tondo
Articolo successivoDistanziometro a Bologna, Consiglio di Stato ferma la chiusura di due sale vlt: fondamentale il decreto “Cura Italia”