Scoperta una bisca clandestina a Milano. Otto persone sono state denunciate per gioco d’azzardo. Si tratta di sei giocatori, del proprietario dell’immobile e della donna che gestiva il club, tutti di origini cinesi.

Secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri, negli ultimi sei mesi dal locale, situato in zona Chinatown, sono state effettuate transazioni per almeno un milione di euro. I militari hanno fatto irruzione ieri sera nel corso di un servizio di controllo speciale del territorio. Notando il viavai davanti al portone di un palazzo, hanno deciso di controllare all’interno, scoprendo così l’appartamento al piano terra trasformato in centro scommesse illegale. Il locale era organizzato con sei terminali collegati ai sistemi di gioco internazionale. La cassa era gestita dalla donna, che pagava le vincite in contanti. I militari hanno inoltre sequestrato 4.840 euro, l’abitazione e la centralina delle telecamere.

Articolo precedenteRimini, conclusa l’istruttoria per l’assegnazione del “Piano locale di contrasto al gioco d’azzardo”
Articolo successivoPoker cash, a ottobre i giocatori spendono 5,6 milioni di euro