Nei primi 8 mesi del 2022 la spesa effettiva per le scommesse sportive in agenzia (ottenibile sottraendo le vincite all’importo complessivo giocato) è stata di 549,4 milioni di euro. E’ quanto emerge dai dati – elaborati da Jamma – contenuti nel report diffuso dall’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli.

Napoli è la provincia con la spesa più alta: 84,42 milioni in 1.142 agenzie. Segue Roma con 41,08 milioni di spesa in 662 agenzie. Al terzo posto Milano con 27,04 milioni di spesa in 439 agenzie. Il giocato complessivo ammonta a 2,69 miliardi, mentre le vincite complessive dei giocatori ammontano in totale a 2,14 miliardi (payout 79,62%). Per quanto riguarda il dato della base imponibile media per accertamento induttivo al primo posto si piazza la provincia di Pesaro e Urbino, qui in ognuno dei 50 punti vendita sono stati giocati in media 645.130,48 euro.

Di seguito tutti i dati diffusi da ADM:

Articolo precedenteScommesse Europa League: Roma, tutto facile con l’Helsinki? L’«1» di Mourinho a 1,12 su Snai, avanti anche la Lazio in Danimarca
Articolo successivoScommesse ippiche in agenzia: nel periodo gennaio-agosto 2022 spesi 25,47 milioni