Cinque condanne ed un’assoluzione sono state disposte dalla Corte d’Appello di Reggio Calabria nel processo Galassia (il filone con rito abbreviato). Dichiarato inammissibile l’appello del Pubblico ministero, i Giudici hanno rideterminato la condanna di uno degli imputati, riducendola da due a un anno di reclusione. Confermate le altre quattro condanne, che vanno da dodici a due anni di reclusione. Come già avvenuto in primo grado, c’è stata una sola assoluzione. E’ quanto riporta la Gazzetta del Sud.

La maxi operazione “Galassia” ha stroncato l’attività portata avanti da alcune cosche della ‘ndrangheta, che operavano sul territorio nazionale e all’estero nel settore della raccolta delle scommesse online. Nel 2018 la Dda di Reggio Calabria aveva sequestrato beni per oltre 723 milioni di euro tra cui 24 immobili, 15 imprese operanti nel territorio nazionale, 23 imprese estere, 33 siti di scommesse e numerosi conti correnti. Un giro d’affari da 4,5 miliardi con ingenti guadagni che venivano poi reinvestiti in patrimoni immobiliari e posizioni finanziarie all’estero. I reati contestati sono l’associazione mafiosa, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e autoriciclaggio, illecita raccolta di scommesse online e fraudolenta sottrazione ai prelievi fiscali dei relativi guadagni.

Articolo precedenteGrande successo per il 47° Equiraduno Nazionale 2022 nella Maremma Laziale
Articolo successivoTwitch vieta lo streaming di siti di gioco d’azzardo, ok solo a chi dispone di licenza negli Stati Uniti o in altre giurisdizioni che garantiscono protezione sufficiente per i consumatori